X
Menu
X
Keisei Kobayashi, Maurice Pasternak, Evan Summer
on Senza categoria by Simone

Inaugurazione 16 marzo,
Keisei Kobayashi, Maurice Pasternak, Evan Summer
tre artisti selezionati dal Premio Leonardo Sciascia, amateur d’estampes – VIII edizione 2015-2016

Galleria Il Bisonte, Via San Niccolò, 24rosso, Firenze
La mostra rimarrà aperta fino al 13 aprile 2017
con il seguente orario: lunedì-venerdì 9/13 e 15/19, sabato su appuntamento, domenica chiuso
Tel. 055 2342585 – email: gallery@ilbisonte.it – www.ilbisonte.it

KEISEI KOBAYASHI
Xilografo giapponese, Keisei Kobayashi è professore emerito presso la Tama art University.
ha esposto in mostre personali e biennali in tutto il mondo, ricevendo numerosi premi e riconoscimenti. Sue opere sono parte di collezioni quali British Museum; royal academy of arts (UK); Washington State University (USa); The national Museum of Modern art, Tokyo; national Museum of art, osaka; osaka contemporary art center (Giappone), e numerose altre.

MAURICE PASTERNAK
Vive e lavora a Bruxelles. dal 1975 ha esposto in mostre personali in Belgio, Gran Bretagna,
USa, Francia, Giappone, Lussemburgo, cina. dal 1967 ha preso parte a biennali e triennali in italia, Germania, Francia, Gran Bretagna, canada, Svizzera, norvegia, Spagna, Polonia, USa, egitto, cina, india, irlanda e Taiwan.
Sue opere sono state acquisite da importanti collezioni, quali il Gabinetto di Stampe di Bruxelles e Liegi, La Banca nazionale del Belgio, il Museo di cracovia, il Museo d’arte Moderna di Taipei, il Museo d’arte Moderna di Stoccolma, il new orleans Museum of art, il Museo e collezione dell’Università
di alberta, in canada ed il Museo di Birzeit University di ramallah, in Palestina.

EVAN SUMMER
Artista statunitense specializzato in incisione su rame ed in collagrafia.
È professore d’arte presso Kutztown University, negli USa, dove insegna incisione dal 1984.
Gran parte del suo lavoro è rappresentato da paesaggi senza tempo, spesso raffiguranti forme architetto- niche e geometriche. descrive panorami reali, aggiungendovi suoi propri elementi ricavati da memorie e fantasie. i concetti di solitudine, isolamento e paura sono enfatizzati dall’assenza di elementi umani.
ha partecipato a biennali e premi i tutto il mondo. il suo lavoro è stato esposto in più di duecento mostre collettive e ad invito a cracovia, Taipei, Pechino, Tokyo, Guanlan (cina), Fredrikstad (norvegia), in russia, italia, Bulgaria ed in innumerevoli località negli USA.

Share

Simone

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *